La Mensa del Melograno

La mensa

L’alimentazione riveste un ruolo importante nella vita di ognuno e sicuramente deve essere particolarmente attenta quando si rivolge a bambini piccoli come gli ospiti del Nido d’Infanzia. La cura che gli operatori rivolgono al pasto, momento integrato a pieno titolo nelle attività educative, è diretta non solo agli aspetti nutrizionali e di educazione alimentare ma anche a quelli affettivi e relazionali che esso riveste. Allo stesso tempo i menù proposti tengono conto, in ordine alla presentazione ed al colore degli alimenti, di conciliare pasti gradevoli, che stimolino la voglia di mangiare e gustare con piacere ed invoglino a scoprire nuovi sapori, con una certa gradualità secondo le capacità dei bambini. L’alimentazione particolarmente curata, prevede una dieta bilanciata e varia che tiene conto delle capacità digestive di ciascun bambino, della stagionalità e della tradizione locale. Il menù può essere anche uno strumento per proporre piatti nuovi, ricchi di sapore e fantasia, educando a regimi alimentari variati, tenendo sempre presente una certa gradualità nel proporre pietanze nuove secondo le capacità dei bambini. Il menù standard risponde ai bisogni nutrizionali ed energetici di bimbi appartenenti questa fascia d’età. È suddiviso su due settimane e differenziato per fasce d’età (12-24 mesi e 24-36 mesi), appositamente preparato ed articolato su tre principi base: equilibrio, varietà, moderazione. Nel menù vengono indicati gli alimenti principali, lasciando all’abilità della cuoca il tipo di cottura da preferire di volta in volta. I piatti proposti sono poco elaborati, con ricette semplici ma gustose che attirano la curiosità del bambino avendo presente che sapori profumi e colori ne stimolano l’appetito e lo invogliano ad assaggiare e scoprire nuovi alimenti. I pasti son preparati direttamente allo interno della cucina del Nido, da personale specializzato e qualificato dipendente secondo norme dietetiche che tengono conto anche di preferenze ed esigenze individuali (allergie, rifiuto di certi cibi, difficoltà di masticazione ecc.). Le tecniche di cottura utilizzate sono al vapore, al forno, al cartoccio. Tutti i cibi somministrati sono freschi di giornata e non riscaldati, una particolare cura è riservata alla qualità della materia prima utilizzata.

La composizione del pasto

  • un primo piatto;
  • un secondo piatto;
  • (in alternativa un piatto unico);
  • un contorno di stagione cotto o crudo;
  • pane;
  • frutto fresco di stagione la mattina più acqua o the;
  • merenda pomeridiana.
Preme rassicurare i genitori, in merito all’osservanza di una corretta dieta alimentare, la sufficienza delle dosi, l’appetibilità dei cibi proposti e la gradualità nel proporre pietanze nuove.